Condividi

L’Arbitro per le Controversie Finanziarie, confermando l’orientamento giurisprudenziale che, potremmo iniziare a definire “granitico”, condanna la banca resistente, presumibilmente la Banca Monte dei Paschi di Siena, a risarcire il cliente del danno subito in conseguenza della vendita di obbligazioni subordinate.

In particolare l’Arbitro ritiene “dirimente” il fatto che negli ordini di acquisto i titoli siano qualificati “ordinari” e non sia riportato alcun riferimento al carattere di subordinazione.
Quale conseguenza dell’omissione informativa l’intermediario è stato condannato a versare a titolo di risarcimento al cliente €.33.332,77.

Vedi il documento sull’Arbitro per le Controversie Finanziarie

Download (PDF, 145KB)

ACF – Arbitro per le Controversie Finanziarie – Decisione n.1613 del 3 giugno 2019

Condividi